Posts contrassegnato dai tag ‘sincronizzazione’

Un disco condiviso in rete

Pubblicato: 8 febbraio 2011 in web
Tag:, ,

Qualche volta può capitare di avere bisogno di condividere files di dimensioni cospicue, che magari non sono gestibili con la posta elettronica. Molti di voi lo conosceranno, Dropbox è un sistema che permette di condividere uno spazio come se fosse un disco e scambiare files anche di grandi dimensioni. La cosa interessante è che è possibile decidere chi è autorizzato a condividere i files che voi avete messo su Dropbox. Tutto gratuito.

Annunci

Da tempo Google prova a sfondare con una applicazione, come sempre gratuita, che permette al paziente o alla sua famiglia di archiviare i propri dati clinici in una cartella personalizzata accessibile attraverso Internet. Basta avere un account Google e andate su http://health.google.com. La fortuna di questa applicazione tuttavia non è ancora decollata e qualcuno sostiene che non sia ancora giunto il tempo di dare le chiavi della cartella clinica direttamente al paziente. Esistono però esperienze che dimostrano il contrario. E’ il caso di Patienslikeme (http://www.patientslikeme.com/) dove i pazienti addirittura condividono le proprie informazioni cliniche e si scambiano consigli pratici. Intanto Google Health rimane uno strumento gratuito semplice che può permettere la conservazione di dati clinici ai pazienti più disordinati e che può essere sincronizzato con la cartella del medico. Google cerca di tenere a distanza gli altri concorrenti come Microsoft che ha un prodotto simile (Health Vault). Troppo presto anche per noi italiani ?

Ormai tutti parlano di cloud computing. Non più dischi rigidi e chiavette USB da trasportare ma tutto salvato sulla rete. Qualcuno di voi avrà già provato Google Docs, un sistema semplice per condividere documenti, fogli di calcolo e presentazioni di diapositive. Appena annunciata un’altra applicazione gratuita che si chiama GBridge (http://www.gbridge.com) e approfitta dell’applicazione di Google Google talk. Con questa applicazione le cose si fanno più serie. E’ possibile infatti creare una rete virtuale tra più computer con una connessione sicura e mettere in comune una cartella (insomma un piccolo disco) con altri utenti o con se stessi se ci si sposta da una parte all’altra. Esiste anche una funzione di backup per mantenere i dati di una determinata cartella sul proprio PC sempre allineata con una virtuale sul web. Infine è possibile prendere il controllo da remoto di un altro computer. Insomma non dovremo più preoccuparci di aver dimenticato a casa il file fondamentale che potremo tranquillamente recuperare da qualunque computer connesso a Internet. L’interfaccia per il momento è solo in inglese.

Una penna magica

Pubblicato: 6 ottobre 2010 in hardware
Tag:, ,

Dovrebbero darla in dotazione a tutti gli studenti. Livescribe (http://www.livescribe.com/it/) è una penna che racchiude all’interno un meccanismo per la registrazione OCR (optical character reading) e un registratore vocale. Immaginiamo di partecipare ad un congresso o a una lezione e di prendere appunti senza lesinare nei disegni, negli schemi e nei grafici. Proviamo anche a immaginare che a un certo punto vogliamo sincronizzare gli appunti con la voce dello speaker. Basta un tasto et voila, il gioco è fatto. Una volta trasferito il materiale attraverso una connessione USB, avrete a disposizione un documento integrato: appunti + voce. Unico neo: per prendere gli appunti bisogna usare quaderni appositi. Si trova anche su Amazon.