Archivio per la categoria ‘web’

Blog bioetico

Pubblicato: 20 aprile 2011 in web
Tag:,

Il blog di bioetica del Mercy Children’s Hospital. Interessante raccolta di discussioni riguardanti argomenti di bioetica pediatrica. Un argomento non sempre trattato a fondo, anche se alcune discussioni sono associate strettamente allo scenario americano.

Annunci

Blog pediatrici blasonati

Pubblicato: 19 aprile 2011 in web
Tag:, ,

Ecco il blog del Children’s Hospital di Boston. Tutto un programma a cominciare dal nome. Interessante il grandfe spazio dedicato alla tecnologia per la medicina. E soprattutto tutto dedicato ai genitori. Perfino un consulente in tema di uso di media.

Blog che parlano di medicina (e di pediatria)

Pubblicato: 18 aprile 2011 in web
Tag:

Questo è un esempio di blog nel quale molti specialisti diversi danno un contributo, compresi i pediatri. Il blog ospita argomenti di tutti i tipi ma prevede una parte specialistica dedicata alla pediatria. Da tenere d’occhio la sezione “resources”.

Dare i voti ai farmaci

Pubblicato: 8 aprile 2011 in web
Tag:,

In tema di patient empowerment questo è un buon esempio. Ancora una volta si tratta di una piattaforma per i pazienti che volontariamente condividono informazioni su farmaci e trattamenti che vengono loro somministrati. Se provate a iscrivervi (è un servizio gratuito) potrete trovare interessanti statistiche su come i pazienti percepiscono l’efficacia di alcuni farmaci in confronto ad altri.

Comunità di medici

Pubblicato: 7 aprile 2011 in documenti, web
Tag:,

Non solo pazienti. Anche i medici hanno piattaforme sociali su web a loro dedicate. Ancora una volta si tratta di una iniziativa americana, ma se aprite la tag “features” di questa comunità di medici vi potrete rendere conto delle cose che si possono fare: stare in contatto con altri colleghi, imparare dagli altri (speriamo che siano bravi!) e (udite udite) guadagnare denaro partecipando a sondaggi o a panel di studio.

Comunità di pazienti 2

Pubblicato: 6 aprile 2011 in documenti, web
Tag:,

Questa piattaforma sostiene nel testo presentato su web di collegare la più grande comunità in tema di salute del mondo. Molto “geek” con una serie di strumenti utili per il paziente e con la possibilità di interrogare direttamente un esperto. Molto interessanti le utility per monitorare e condividere i parametri del proprio stato di salute.

Avanza l’idea che le comunità di pazienti possono contribuire a migliorare la qualità delle cure. Chi è più esperto di una malattia se non chi ne è affetto ? Tra le varie comunità di pazienti che condividono informazioni su malattie specifiche questa sembra abbastanza popolare oltreoceano