Formazione a distanza con Second Life

Pubblicato: 25 ottobre 2010 in formazione
Tag:, ,

Avete mai usato second life ? Il più famoso ambiente virtuale nel quale muoversi come in una vita parallela (http://www.secondlife.com). Da tempo questo ambiente virtuale attira gli interessi più vari compresi quelli professionali. Esistono anche numerose esperienze formative, anche di tipo medico. Nell’articolo appena pubblicato su JMIR (http://www.jmir.org/2010/1/e1/) gli autori analizzano il processo formativo medico con uno studio pilota approfondito ed analitico e discutono sulla possibilità che questo approccio possa essere integrato alle attività formative tradizionali in medicina. Forse che anche noi pediatri dovremmo provare a fare un corso su Second Life ?

Annunci
commenti
  1. Michele Salata ha detto:

    Magari!!!!!!
    Sarebbe FANTASTICO 🙂
    Sicuramente è un’esperienza da fare 😉

  2. Max ha detto:

    Second life ormai è in fase morente. Lo sviluppo è complesso e costoso e anche l’utilizzo per un utente medio non è per nulla agevole. E’ molto più semplice e fruibile condividere contenuti asincroni e animare discussioni sincrone o asincrone (anche utilizzando social network, microblogging etc). Con l’iPad, poi, sono realizzabili applicazioni notevolmente fruibili per veicolare informazioni e aggiornamenti (vedi la nuova app “la vita nòva” o flipboard). Interfacce touch o comunque molto evolute iniziano ad essere veicolate direttamente via web, quindi indipendenti dalla piattaforma (vedi twitter). Anche eventi in presenza ma non troppo formali, come ignite e barcamp, pianificabili e orgnizzabili completamente online, sono una ulteriore risorsa.

  3. hitpediatria ha detto:

    Benvenuto Max! Sono d’accordo che Second Life non è più appealing per questo tipo di applicazioni. Il punto è comunque che dobbiamo immaginare approcci alternativi alla formazione. I pediatri da questo punto di vista sono particolarmente resistenti. In più cominciamo ad avere una offerta di materiale open source per la medicina e per le specialità che ci suggeriscono tutt’altro tipo di studi…avete letto DIY U (do it yourself university) ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...